Ultime NEWS

Laurea magistrale in conservazione e restauro dei beni culturali

La conservazione e il restauro di strumenti musicali antichi passano dalle mani sapienti di una figura professionale di grande rilevanza: il restauratore. Un lavoro complesso fatto non solo di grandi competenze artigianali, ma anche di studi approfonditi in ambito storico, artistico e scientifico, che permettono di inquadrare l’oggetto in un contesto culturale ampio e profondo, fondamentale per scegliere gli interventi più adeguati. Dover restaurare uno strumento musicale antico pone infatti non solo quesiti di ambito scientifico e tecnico – artigianale, ma anche di etica della conservazione, relativo, cioè, agli interventi più idonei da apportare: meglio intervenire per garantire la funzionalità dell’oggetto, e quindi permettere allo strumento di continuare a suonare, oppure è meglio rinunciare alla performance dello strumento a vantaggio di una più sicura e duratura conservazione dell’oggetto in quanto oggetto d’arte? Solo un restauratore ben preparato può valutare di volta in volta la soluzione più adeguata fra una scelta conservativa e una funzionale, sulla base di profonde conoscenze relative alla storia, alla storia della musica, all’uso degli strumenti musicali e a come questo uso sia cambiato nel tempo, oltre alle conoscenze fondamentali per operare gli interventi. Un approccio culturale complesso, dunque, che deve essere sostenuto da una solida preparazione scientifica in chimica, fisica, biologia applicate all’ambito del restauro, fisica ambientale.

Per realizzare questo corso di laurea caratterizzato dalla grande complessità e varietà di insegnamenti sia di ambito umanistico sia di ambito scientifico, l’università di Pavia ha coinvolto altri cinque dipartimenti oltre a quello di Musicologia, mettendo a disposizione propri docenti di ingegneria civile e architettura, scienze della terra, fisica, chimica ed economia, e anche il Politecnico di Milano, partner di progetto, ha messo a disposizione due docenti: uno di informatica e uno di acustica musicale.

Visita il sito: musicologia.unipv.it

Sede delle lezioni frontali: Palazzo Raimondi

Sede dei laboratori di restauro: Palazzo Fodri